Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto


Ricerca


Rientra tra i nostri obiettivi quello di promuovere la ricerca, l'innovazione e la formazione in ambito biomedico, perchè li consideriamo strumenti strategici per perseguire qualità e appropriatezza delle cure e il miglioramento continuo dell’assistenza che offriamo ai nostri pazienti.
 
Siamo convinti che una struttura sanitaria in grado di fare della buona ricerca possa anche curare meglio i propri pazienti. Partecipare attivamente alle sperimentazioni consente infatti di:
  • garantire ai nostri pazienti farmaci e procedure innovative, in grado di offrire tutte le nuove opportunità di cura in un contesto strettamente controllato
  • acquisire e diffondere conoscenze  in grado di favorire la crescita continua delle competenze dei nostri professionisti, anche aprendo la possibilità di partecipare a networks di collaborazione con altri importanti ospedali e centri di ricerca italiani e esteri
  • accedere a preziose risorse messe a disposizione  da promotori esterni che, per realizzare percorsi di ricerca su farmaci, dispositivi o ogni altra procedura innovativa, scelgono di avvalersi delle competenze della nostra struttura perché le sperimentazioni siano condotte con metodo scientifico, nel completo rispetto di normative e di regole di “buona pratica clinica” e soprattutto nella massima tutela dei pazienti e nell’interesse del Servizio sanitario nazionale
  • reperire finanziamenti a sostegno della ricerca “indipendente”, promossa su iniziativa dei nostri medici su malattie e cure che non trovano finanziatori commerciali interessati a sostenerle, ma che hanno grande rilevanza per il Servizio Sanitario Nazionale e i propri assistiti.
Tra le nostre unità operative cliniche ci sono numerose realtà che hanno maturato nel corso degli anni una cospicua esperienza nella conduzione di studi clinici importanti, sia come promotori che in collaborazione con altri importanti centri di ricerca pubblici e privati o con il supporto dell’industria interessata all'attività di sperimentazione.
 
Per favorire al meglio le attività di queste unità cliniche e dei ricercatori direttamente impegnati nei progetti di sperimentazione abbiamo attivato un modello di organizzazione che prevede un ufficio specificatamente del Coordinamento Trial Clinici (CTC) per la gestione delle procedure amministrative, legali e contrattuali necessarie alla conduzione delle sperimentazioni e l'attivazione di una sistematica collaborazione con la Fondazione Ricerca dell’Ospedale Maggiore di Bergamo (FROM), che si fa carico di assicurare le competenze non cliniche necessarie, ad integrazione di quelle presenti nella struttura ospedaliera, e gli strumenti operativi di supporto per una gestione qualitativamente elevata dei dati e dei processi.
 
Presso l’ASST Papa Giovanni XXIII ha inoltre sede operativa il Comitato Etico di Bergamo, un organismo indipendente, composto da personale sanitario e non, che ha la responsabilità di garantire la tutela dei diritti, della sicurezza e del benessere dei soggetti coinvolti in sperimentazioni e di fornire pubblica garanzia di tale tutela (ricostituito ai sensi del D.M. 8 febbraio 2013). Il Comitato Etico di Bergamo è competente per esprimere parere sugli studi condotti nelle strutture sanitarie pubbliche e private presenti sul territorio.



Ultimo aggiornamento:
21 marzo 2017 10:48
Ufficio stampa e comunicazione
ufficiostampa@asst-pg23.it