Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto


COSIMO MARAGLINO


Attività lavorativa 
E' stato Ufficiale Medico all’Aeroporto “L. Bologna” di Taranto nel 1996.
Dal 2001 al 2003 ha ricoperto il ruolo di Dirigente Medico a tempo determinato nell’Unità di Chirurgia Vascolare dell’Ospedale Generale Provinciale di Tricase (Le), mentre da marzo a dicembre 2003 è stato Dirigente Medico di primo livello nell’Unità di Chirurgia Vascolare dell’Ospedale di Bergamo con incarico libero-professionale, a tempo determinato da dicembre 2003 a giugno 2006 e a tempo indeterminato da giugno in poi.
Nel 2011 gli è stato affidato un incarico triennale di alta specializzazione professionale nell’Unità di Chirurgia Vascolare dell’Ospedale di Bergamo.
  
Formazione e specializzazioni 
Si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 1992 all’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” conseguendo l’abilitazione professionale nel medesimo ateneo nel 1992.
Si è specializzato in Chirurgia Vascolare all’Università di Roma “La Sapienza” nel 1998 e ha ottenuto il Dottorato di ricerca in “Fisiopatologia chirurgica angio-cardio-toracica” nel 2002.
Nel 2004 ha svolto uno stage nel reparto di Chirurgia Vascolare dell’Ospedale “Pitiè Salpetrière” di Parigi.
  
Collaborazioni
E' stato membro del Comitato organizzativo del Meeting Internazionale “Special issues on the management of aortic aneurysms at the beginning of the third millenium”, tenutosi a Roma nel dicembre 2001 e della Segreteria Scientifica del Convegno “Patologia dell’aorta toracica e addominale: attualità e strategie terapeutiche” svoltosi all’Ospedale di Bergamo nel 2004.
E' stato Research Coordinator dal 2008 al 2012 per l’Unità di Chirurgia Vascolare dell’Ospedale di Bergamo, occupandosi di sperimentazione farmacologica e del trattamento chirurgico in urgenza dei pazienti con stenosi carotidea sintomatica.
 
Attività didattica e di ricerca
E' autore di 51 pubblicazioni edite a stampa su riviste nazionali ed internazionali.
Nel 2008 e nel 2009 ha tenuto un corso di formazione triennale specifica in Medicina Generale in qualità di Dirigente Medico dell’Unità di Chirurgia Vascolare.
 
Principale casistica trattata 
La sua attività chirurgica comprende un’ampia casistica operatoria con circa 2000 interventi eseguiti negli ultimi dieci anni, di cui più di 1300 come primo o secondo operatore.
La patologia trattata riguarda: le varici degli arti inferiori con circa 348 interventi eseguiti; l’insufficienza cerebro-vascolare con circa 371 interventi di Tea carotidea; gli aneurismi dell’aorta addominale con circa 225 interventi; gli aneurismi periferici degli arti con circa 34 interventi; la patologia aterosclerotica ostruttiva arteriosa degli arti (91 interventi di tromboembolectomia e 116 interventi di by-pass).
Nell’ambito di tali patologie ha eseguito interventi con tecnica endovascolare trattando 46 casi di aneurisma aortico, 18 casi di aneurisma delle arterie degli arti e 67 casi di patologia aterosclerotica ostruttiva degli arti inferiori e del distretto carotideo.


Richiedi una visita con questo professionista in libera professione

Ultimo aggiornamento:
09 ottobre 2014 16:53
Ufficio stampa e comunicazione
ufficiostampa@hpg23.it