Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto


Ritiro referti


Di persona
Per alcuni tipi di prestazioni (soprattutto per le visite specialistiche) il referto viene consegnato direttamente dal medico che effettua la prestazione diagnostica una volta terminata. In altri casi, il completamento del percorso di valutazione può richiedere qualche giorno, trascorsi i quali puoi recarti, secondo la tempistica indicata dagli operatori, al CUP centrale dell'Ospedale Papa Giovanni XXIII per il ritiro.
I referti degli esami eseguiti negli ambulatori di San Giovanni Bianco si ritirano al CUP del presidio, tranne gli esiti degli esami di radiologia che possono essere ritirati anche al CUP centrale all'Ospedale di Bergamo, e degli holter cardiaci, che si possono ritirare anche al  CUP centrale dell'Ospedale Papa Giovanni, a Villa d'Almè o a Zogno
Poiché il referto contiene dati sensibili, ossia idonei a identificare lo stato di salute di una persona, gli operatori sono autorizzati a consegnare la documentazione solo all’interessato o a una persona da lui delegata. In questo caso, il delegato deve presentare al momento del ritiro la delega firmata, un proprio documento di riconoscimento e il documento dell’interessato (in originale o in copia). 

Ai sensi della L. N. 407/90, della L. N. 412/91 e della D.G.R. n. VIII/3111 del 01.08.2006, i referti devono essere ritirati entro 30 giorni. Il mancato ritiro del referto stesso, entro il succitato termine, comporta il pagamento per intero della prestazione usufruita, anche in caso di esenzione.



Ultimo aggiornamento:
11 dicembre 2018 12:26
Ufficio stampa e comunicazione
ufficiostampa@asst-pg23.it