Salta al contenuto principale

Gestione Amministrativa dei presidi

Attività
Gestiamo, coordinando il lavoro di circa 270 operatori amministrativi, il processo di accoglienza, accettazione e rendicontazione delle attività ambulatoriali e dei servizi sanitari e socio sanitari supportando l’erogazione delle cure (ricoveri, prestazioni ambulatoriali e di pronto soccorso) per le quali il paziente è il soggetto principale di una politica aziendale all’insegna dell’alta specializzazione, della qualità delle prestazioni e della libertà di scelta dei cittadini.
Siamo inoltre tra le strutture maggiormente coinvolte nel processo di integrazione tra le attività ospedaliere e quelle territoriali e nel processo della presa in carico della persona.
La Legge regionale n. 23/2015 ci ha infatti offerto l’opportunità sfidante di ridefinire l’intera filiera di servizi al fine di rispondere a una logica  unitaria  in  grado  di  superare  i  tradizionali  confini  tra  Ospedale  e  Territorio,  di  integrare  gli ambiti di intervento sanitari, sociosanitari e sociali, garantendo la presa in carico del paziente lungo l’intero percorso preventivo, diagnostico – terapeutico e assistenziale. La presa in carico del soggetto con fragilità e/o con patologie croniche ha assunto quindi un ruolo prioritario nella programmazione degli interventi sociosanitari, in virtù delle caratteristiche cliniche, psicologiche e sociali di tali soggetti. Al fine di rispondere concretamente alle mutate esigenze della popolazione, abbiamo sviluppato un sistema organizzativo dinamico e flessibile, capace di modulare  l’erogazione  dei  servizi  in  funzione  degli  effettivi  bisogni  riscontrati  e  tenendo  conto  delle peculiarità del territorio, della stratificazione  della  domanda,  e dell’organizzazione del percorso di cura.
Ci è stato quindi affidato il compito di riorganizzare, alla luce dei cambiamenti introdotti con le legge di riforma, alcuni percorsi amministrativi con particolare riferimento al processo della “presa in carico” dei pazienti cronici e, contemporaneamente, continuare a gestire l’attività amministrativa per i pazienti acuti sia del polo ospedaliero sia del polo territoriale.

 

Progetti di miglioramento

  • Supporto amministrativo nella gestione delle reti di patologia in fase di attivazione con alcune Strutture Private Accreditate della Provincia di Bergamo (come ad esempio la Casa di Cura San Francesco per la presa in carico di pazienti cardiologici a bassa complessità dal punto di vista clinico)
  • Prosecuzione del progetto “Ambulatori Aperti” per l’offerta di prestazioni il sabato mattina e nel tardo pomeriggio degli altri giorni feriali per le prestazioni di radiologia e neuroradiologia (TC, RM ed ecografie)
  • Supporto, dal punto di vista organizzativo e gestionale, del progetto di riqualificazionedella Fondazione Casa di ricovero Santa Maria Ausiliatrice (CARISMA), con  l’allestimento  di  un  centro prelievi per i pazienti in terapia anticoagulante e di ambulatori specialistici di odontoiatria e radiologia per poter offrire agli  ospiti della fondazione e alla città  non solo una struttura all’avanguardia dal punto  di  vista  degli  standard  abitativi,  ma  anche  dal  punto  di  vista  assistenziale,  con l’introduzione dei più innovativi principi di accoglienza dell’anziano e delle fragilità
  • Avvio del progetto pago PA (in collaborazione con Lombardia Informatica) e, nello specifico, dei pagamenti con Nodo AgID (Agenzia per l’Italia Digitale) per consentire il pagamento on line delle prestazioni erogate, nonché per promuovere ulteriormente la prenotazione e la consegna in modalità digitale dei referti sanitari
  • Monitoraggio e gestione del fenomeno del “no-show”, ovvero della mancata presentazione agli appuntamenti, attraverso la costruzione del tracciato necessario alla rilevazione periodica delle informazioni, ai sensi del Decreto Legislativo n. 124/1998 che prevede che il cittadino, non esente, che non si presenti sia tenuto al pagamento del ticket
  • Monitoraggio e comunicazione dei tempi medi di attesa delle prestazioni erogate nelle varie strutture sanitarie, attraverso il flusso informativo “Monitoraggio Offerta Sanitaria Ambulatoriale” (MOSA) che, attraverso l’omogeneizzazione delle  informazioni  disponibili  sulle  possibilità  di  erogazione  delle prestazioni sanitarie erogate sia dalla nostra azienda che dalle altre ASST della Regione, permette di conoscere l’offerta delle prestazioni erogate sul territorio regionale  e i relativi tempi di attesa
  • Implementazione dei percorsi per l’acquisizione, da parte del personale amministrativo, del consenso dei cittadini alla creazione e consultazione del dossier sanitario, secondo la normativa e le linee guida vigenti sulla privacy, relativa ai dati sanitari dei pazienti che accedono alla nostra ASST
  • Progetto di eliminazione della gestione del denaro contante