Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

In primo piano

  • Oltre 38 mila “SuperCoccolosi” sostengono il progetto Giocamico
    Approfondisci
  • Pericardite idiopatica ricorrente: scoperta nuova cura
    Approfondisci
  • Arriva al Papa Giovanni XXIII l'app che fa la coda al posto tuo
    Approfondisci
  • Inaugurati arredi e giochi donati agli ambulatori pediatrici
    Approfondisci
  • Giocamico premiato a Milano al Forum Innovazione Salute
    Approfondisci
  • Da lunedì 14 novembre la farmacia esterna chiude in vista del trasloco al Papa...
    Approfondisci
  • Siglato un accordo per lo sviluppo dell’unico ospedale cattolico a Gerusalemme
    Approfondisci
  • Il Libro Parlato arriva in Medicina
    Approfondisci
  • Linfomi a grandi cellule B, il farmaco tradizionale è meno tossico
    Approfondisci
  • Papa Giovanni, Nepios e Avis Bergamo insieme per la riabilitazione dei bambini disabili
    Approfondisci


ANDREA ROSSI


Attività lavorativa 
Dal 1992 è Dirigente medico di I livello nell'Unità di Ematologia dell'Ospedale di Bergamo. In precedenza è stato Assistente medico per 6 mesi al SERT di Bergamo e per 4 mesi al Pronto Soccorso degli Ospedali Riuniti di Bergamo.
 
Formazione e specializzazioni 
Laureato in Medicina e chirurgia nel 1986 all’Università di Pavia, si è specializzato con lode nel 1990 in Ematologia nella stessa Università. Nel 1988 ha lavorato per 6 mesi al Department of Haematology dell’University College Hospital di Londra, Gran Bretagna, come borsista della Società Medico-Chirurgica Bergamasca. Nel 1993 ha lavorato per 6 mesi al Department of Haematology and Oncology del St. Bartholomew Hospital di Londra, Bretagna.
 
Attività didattica/di ricerca 
E’ autore o coautore di oltre 50 pubblicazioni sulle più significative riviste nazionali ed internazionali di Ematologia ed Oncologia. E’ co-investigator di numerosi studi clinici italiani ed internazionali di fase II e III nell’ambito dei linfomi.Dal 1990 al 1993 ha insegnato patologia generale e medica, farmacologia ed ematologia alla Scuola Infermieri Professionali degli Ospedali Riuniti di Bergamo.
 
Principale casistica trattata  
Si occupa di diagnostica e terapia delle malattie del sangue a prevalente carattere neoplastico con specifico interesse per i linfomi non Hodgkin e in particolare per il Linfoma di Hodgkin.



Ultimo aggiornamento:
09 maggio 2016 14:03
Federica Belli - Ufficio comunicazione
ufficiostampa@asst-pg23.it