Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto


PAOLO FRUSCELLA


Attività lavorativa
Dal 2001 lavora nel Laboratorio di genetica medica dell'Ospedale di Bergamo con la qualifica di biologo specializzato in citogenetica umana.
Dal 2005 è responsabile della diagnosi citogenetica prenatale.
Ha iniziato la sua carriera come ricercatore all'Istituto “Mario Negri” e all'Istituto dei Tumori di Milano.
 
Formazione e specializzazioni
Laureato in Scienze biologiche  all'Università statale di Milano nel 1995, si è specializzato in genetica applicata nel medesimo ateneo nel 1999 e in Ricerca farmacologica all'Istituto “Mario Negri “ nel 1998.
 
Collaborazioni
E' membro della Società Italiana di Genetica Umana.
Collabora con il laboratorio di terapia genica e riprogrammazione cellulare dell'istituto “Mario Negri” di Bergamo.
 
Attività didattica e di ricerca
E' autore e coautore in 10 articoli scientifici pubblicati sulle principali riviste nazionali e internazionali. E' stato ricercatore all'istituto “Mario Negri” di Milano, all'Istituto dei Tumori di Milano e presso la Schering-Plough pharmaceuticals New Jersey negli stati Uniti.
E' stato vincitore del premio “Alfredo Leonardi” per lo studio condotto sulla sindrome rara di Chediak Higashi.
 
Principale casistica trattata e metodiche/tecnologie adottate
Si occupa dell'indagine prenatale mediante l'applicazione di tecniche di citogenetica classica e molecolare e dello studio genetico dei riarrangiamenti degli oncogeni nei linfomi. Esegue attività di consulenza genetica in merito alle indagini genetiche eseguite presso il Laboratorio di Genetica Medica.



Ultimo aggiornamento:
03 aprile 2017 16:12
Federica Belli - Ufficio comunicazione
ufficiostampa@asst-pg23.it