Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto


ALESSANDRO ALUFFI


Attività lavorativa 
Dal 1 Novembre 2003 al 14 aprile 2008 è stato dirigente medico nell'Unità di Chirurgia generale I - Centro di Chirurgia Mini Invasiva degli Ospedali Riuniti di Bergamo, diretta da Lorenzo Novellino. Dal 15 aprile 2008 è dirigente medico nell'Unità di Chirurgia generale 3 e dei trapianti addominali dell'Ospedale di Bergamo, diretta da Michele Colledan.
 
Formazione e specializzazioni
Laureato in Medicina e chirurgia nel settembre 1996 all’Università degli Studi di Pavia. Nel 2003 ha frequentato il 5° corso di perfezionamento “Trapianto di Polmoni” all’Università degli Studi di Padova (Direttore G. Thiene) e nell'ottobre dello stesso anno ha conseguito la specializzazione in Chirurgia generale con indirizzo in Chirurgia d’urgenza all'Università degli Studi di Pavia (Direttore A. Zonta). Nel 2009  ha frequentato l’Intensive Course in Laparoscopic General Surgery presso l’IRCAD/EITS di Strasburgo (Direttore J. Marescoux). Nel maggio 2010 ha conseguito il Master universitario di secondo livello in Medicina dei trapianti d'organo all'Università degli studi di Milano Bicocca (Direttore M. Strazzabosco). Nel giugno 2010 ha frequentato il 6th European Donor Surgery Masterclass and 4th Basic Course on the Split Liver (Direttore A.G. Baranski) della European Society for Organ Transplantation a Leiden, The Netherlands. Nel novembre 2012 ha ottenuto il Diploma della scuola nazionale A.C.O.I. di Chirurgia epatica all’Ospedale Mauriziano di Torino (Dir. Prof. L. Capussotti).
 
Collaborazioni 
Dal 2005 è membro dell’Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani (A.C.O.I). Dal 2010 è membro dell’European Society for Organ Transplantation (E.S.O.T). Dal 2012 è membro dell’International Hepato-Pancreato-Biliary Association (I.H.P.B.A.). Dal 2013 è membro della Società Italiana Trapianti d’Organo (S.I.T.O)
 
Attività didattica e di ricerca
Tra gennaio 2002 e dicembre 2003 ha seguito, in qualità di Study Coordinator, uno studio clinico, multicentrico, prospettico, randomizzato, di fase II nell’ambito della ricerca clinica su farmaci immunosoppressori di ultima generazione utilizzati nel trapianto di fegato nell’adulto. Nell'anno accademico 2002 –2003 ha coadiuvato Bruno Gridelli nell’insegnamento di Patologia chirurgica al Corso di laurea in Ostetricia dell’Università degli Studi di Milano Bicocca sede di Bergamo.
Nel mese di Novembre 2006 ha partecipato in qualità di Tutor al corso residenziale internazionale-Master di chirurgia laparoscopica (Direttore L. Novellino) alla Aesculap Academia (Tuttlingen – Germany).
Nell'ottobre 2003 ha partecipato al 4th European Transplant Fellow Workshop of the European Society for Organ Transplantation (ESOT) con una presentazione orale dal titolo: “ Impact of graft size mismatching on outcome in pediatric split liver transplantation”.
Svolge attività di tutor in sala operatoria a medici borsisti del Master in medicina dei trapianti d’organo e agli specializzandi in chirurgia generale nell’attività operatoria ordinaria e nell’attività di prelievo d’organi da donatore cadavere.
E' autore o coautore di 90 tra abstracts e pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali.
 
Principale casistica trattata e metodiche/tecnologie adottate
Il centro di Bergamo vanta una riconosciuta esperienza internazionale nell’ambito della chirurgia epato-bilio-pancreatica, polmonare, del trapianto di fegato e polmoni in età adulta e pediatrica. La sua attività chirurgica comprende una casistica di 1200 interventi di cui 600 eseguiti come primo operatore, sia con tecnica aperta che con tecnica mini-invasiva (laparoscopica o toracoscopica) per patologie oncologiche o funzionali.
Possiede un’ampia esperienza nel prelievo di tutti gli organi solidi addominali e dei polmoni, con un’estesa applicazione della tecnica di suddivisione del fegato in due porzioni (split liver) finalizzata al trapianto pediatrico.



Ultimo aggiornamento:
05 maggio 2016 13:55
Ufficio stampa e comunicazione
ufficiostampa@asst-pg23.it