Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto


MARCO ENRICO GIOVANNI AROSIO


Attività lavorativa
E' stato Dirigente sanitario nel Corpo Sanitario dell’Aeronautica Militare dal 1994 al 1995. 
Dal 2001 è Dirigente medico nel Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell'Ospedale di Bergamo di cui è referente scientifico per le Infezioni da micobatteri e dal 2017 svolge parte della sua attività anche in Biobanca con l'incarito di Referente per la qualità.
 
Formazione e specializzazioni
E' laureato in Medicina e chirurgia (Milano,1993) e specializzato in Microbiologia e virologia (Milano, 1999) e in Statistica sanitaria (Pavia, 2004).
 
Collaborazioni
Dal 2012 è Membro del Sottogruppo per la Micobatteriologia del Comitato della Regione Lombardia per i Servizi di Medicina di Laboratorio e partecipa agli studi proposti dal GLAMIC (Gruppo di Lavoro Micobatteri) dell'AMCLI (Associazione Microbiologi Clinici Italiani).
 
Attività didattica e di ricerca
Dal 1998 al 2001 è stato docente di "Medicina sociale ed educazione alla salute" per la Fondazione don Gnocchi di Milano e nel 2002 al Corso di laurea per educatori professionali dell'Università di Milano. Dal 2013 è professore a contratto in  Epidemiologia clinica al corso di Laurea in Tecniche di radiologia medica per immagini e radioterapia dell’Università degli Studi di Milano Bicocca.
E’ autore di oltre 40 pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a vari eventi formativi intra ed extra moenia come docente, oltre a convegni scientifici su argomenti di diagnostica microbiologica.
 
Principale casistica trattata 
Svolge prevalentemente attività diagnostica nell’ambito della  micobatteriologia, della sierologia infettivologica e della virologia, espletando anche un'attività specifica nel campo della diagnostica biomolecolare, grazie alla messa a punto di tecniche originali di PCR e di sequenziamento microbico.



Ultimo aggiornamento:
19 febbraio 2018 17:17
Federica Belli - Ufficio comunicazione
ufficiostampa@asst-pg23.it