Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto


SPADA MARIA SIMONETTA


Attività lavorativa
Dal 1992 lavora all’Ospedale di Bergamo, prima in qualità di psicologo Dirigente all'Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia e, dal maggio 2000, come Responsabile dell’Unità Dipartimentale di Psicologia clinica.
Dal 1997 è Direttore del Corso di accompagnamento alla nascita.
 
Formazione e specializzazioni 
Dopo la maturità liceale si è laureata in Psicologia Clinica all’Università degli Studi di Padova (giugno 1988).
E' iscritta all’Albo degli psicologi della Lombardia e abilitata all’esercizio dell'attività psicoterapeutica.
Ha ottenuto il diploma di perfezionamento in Bioetica (Università degli Studi di Padova).
 
Collaborazioni
E' stata Vice-Presidente del Comitato di Bioetica dell’Ospedale di Bergamo dal 2007-2010.
È consulente dell’Istituto Mario Negri e membro del Consiglio Scientifico del “Centro di Ricerca Interdisciplinare Scienza Umane Salute e Malattia” dell’Università di Bergamo.
E’ stata rappresentante dell’Ospedale di Bergamo nel Comitato di Indirizzo del Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche dell’Università di Bergamo.
 
Attività didattica e di ricerca 
È professore a contratto a titolo gratuito ai Corsi di Laurea in Fisioterapia, Ostetricia e Tecnici di Radiologia dell’Università di Milano Bicocca.
È docente della Scuola di specializzazione in “Psicologia della Salute” dell’Università La Sapienza di Roma.
L’area di ricerca di interesse è orientata alla Psicologia della Salute e alla Neuropsicologia. Ha pubblicato "Consent and HIV Testing in Critically Ill Patients” in JAMA; “End-of-life decision-making and quality of ICU performance: an observational study in 84 Italian units” in Intensive Care Med; “The look into the look: how patients’ suffering is perceived by health workers” in Urologia 2011.
 
Principale casistica trattata 
La casistica prevalente è rappresentata da soggetti, di ogni fascia di età, che impattano, in prima persona o in qualità di congiunti, con vicende di malattia e complessi percorsi di cura con particolare riferimento all’area oncologica e al trapianto.
Si identificano e si sostengono le risorse individuali per promuovere i processi di sviluppo.
L’area del ciclo di vita, la maternità e la valutazione dello stress lavoro correlato rappresentano aree di specifico interesse e competenza.


Richiedi una visita con questo professionista in libera professione

Ultimo aggiornamento:
04 gennaio 2019 17:02
Ufficio stampa e comunicazione
ufficiostampa@asst-pg23.it