Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto


Parto indolore


Cosa è
L’analgesia al parto consiste nell’introdurre un catetere in uno spazio esterno al midollo spinale, attraverso cui si inietta il farmaco anestetico per il controllo del dolore. È una tecnica efficace, perché consente di percepire le contrazioni senza la sensazione dolorosa, sicura perché non ha ripercussioni né sulla madre né sul feto, e flessibile perché la quantità di farmaco può essere calibrata in base al dolore percepito dalla donna, senza interferire nella dinamica del travaglio e del parto.
 
La visita
L'Ospedale di Bergamo dal 2003 offre gratuitamente alle donne in travaglio la possibilità di sottoporsi alla partoanalgesia, 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno, grazie alla presenza continua di un anestesista dedicato alla sala parto. Per sottoporsi a questa procedura è però necessario eseguire durante la gravidanza una visita con un anestesista, che verificherà che non ci siano controindicazioni assolute per l’analgesia o condizioni che richiedano accorgimenti particolari.



Ultimo aggiornamento:
01 aprile 2020 13:41
Federica Belli - Ufficio comunicazione
comunicazione@asst-pg23.it