Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto


Medicina nucleare

Direttore/Responsabile: ANDREA BRUNO

Coordinatori:
ADRIANA GHILARDI

Staff / Équipe :
ROBERTO BONI   -   ALBERTO GERALI   -   PAOLA VAI   -  

Attività
La numerosità dell’attività (circa 12.000 esami/anno), l’esperienza clinica e scientifica acquisita fanno del nostro laboratorio una delle più importanti realtà nazionali del settore, sia dal punto di vista qualitativo, sia quantitativo.
Siamo organizzati in due aree funzionali:
  • sezione di diagnostica medico-nucleare “in vivo”, che svolge attività di diagnostica per immagini (esami scintigrafici e PET).
  • sezione di terapia radiometabolica, che svolge attività terapeutica con farmaci radioattivi.
Per la diagnosi gli strumenti a disposizione ci consentono l’esecuzione di qualsiasi esame di medicina nucleare tradizionale e PET, anche in regime d’urgenza. Abbiamo anche una sezione pediatrica dotata di locali e gammacamera dedicati ai piccoli pazienti.
Per la terapia radiometabolica possiamo contare su 2 sale di degenza protetta, dove ogni anno trattiamo circa 200 tumori tiroidei. La nostra attività terapeutica è in continua espansione e comprende terapie da effettuare in regime di ricovero come la radioembolizzazione per via arteriosa dei tumori e delle metastasi epatiche con microsfere radiomarcate, la radioimmunoterapia dei linfomi, la terapia delle neoplasie di derivazione neuroectodermica e la terapia delle neoplasie neuroendocrine. Altre terapie vengono effettuate in regime ambulatoriale, come il trattamento delle tireopatie non neoplastiche e la terapia palliativa del dolore da metastasi ossee. 

Tecnologie e tecniche utilizzate
  • PET (tomografia ad emissione di positroni): presente in azienda dal 2003, ogni anno eseguiamo circa 3.000 studi con questa tecnica, che si è ormai affermata nella clinica come fondamentale procedura diagnostica non invasiva. A differenza della tomografia assiale computerizzata e della risonanza magnetica, che forniscono essenzialmente informazioni sulla struttura anatomica, la PET-TC fornisce soprattutto informazioni di natura funzionale e permette di quantificare processi metabolici. I principali campi applicativi sono essenzialmente tre: quello oncologico, per la diagnosi, stadiazione, valutazione della risposta terapeutica e pianificazione del trattamento radioterapico basato sulla fusione di immagini provenienti da diverse apparecchiature (TC, RM, PET); quello neurologico, per la diagnosi del morbo di Alzheimer, del morbo di Parkinson, dell'epilessia e delle malattie cerebrovascolari; quello cardiologico per la valutazione della sede e dell'estensione della coronaropatia, dell'ischemia inducibile e della vitalità miocardica
  • SPET (tomografia ad emissione di fotone singolo) : associata a test da sforzo e/o a riposo viene utilizzata per la valutazione della perfusione miocardica nella diagnosi di cardiopatia ischemica, nella stratificazione del rischio, nella valutazione dell’efficacia della rivascolarizzazione, nella valutazione della terapia e nella valutazione del rischio preoperatorio in chirurgia non cardiaca.
  • La SPET miocardica possiede elevato valore diagnostico e prognostico nella cardiopatia ischemica, ha basso rischio di complicanze e ha ottima accuratezza nello studio del ventricolo destro (indipendentemente da sesso ed età dei pazienti, tipo di stress e tracciante usati); inoltre dimezza il numero di coronarografie e riduce di 1/5 le rivascolarizzazioni inutili.
  • Scintigrafia tiroidea con Tc99m, I-131 e TBS I-131
  • Scintigrafia delle paratiroidi, delle ghiandole salivari e delle ghiandole surrenali (corticale e midollare)
  • Tomoscintigrafia (SPET) cerebrale perfusoria e con traccianti recettoriali per lo studio del Parkinson e delle malattie degenerative celebrali
  • Tomoscintigrafia cerebrale oncologica
  • Scintigrafia miocardica di perfusione stress/rest e con MIBG (studio innervazione adrenergica)
  • Scintigrafia polmonare perfusoria
  • Scintigrafia scheletrica e segmentaria trifasica
  • Scintigrafia midollare
  • Linfoscintigrafia
  • Scintigrafia con traccianti recettoriali per la ricerca di localizzazioni del tessuto cromaffine (I123-MIBG)
  • Scintigrafia sequenziale renale
  • Scintigrafia renale statica
  • Cistoscintigrafia diretta
  • Scintigrafia epato-biliare ed epatosplenica
  • Studio del transito esofageo
  • Studio dello svuotamento gastrico
  • Ricerca di sanguinamento occulto e di mucosa gastrica ectopica
  • Terapia radiometabolica con radioiodio (I-131) per ipertiroidismo
  • Terapia del carcinoma della tiroide
  • Terapia del dolore osseo metastatico da carcinoma mammario o prostatico
  • Terapia dei tumori cresta neurale con MIBG
  • Radioembolizzazione di tumori primitivi epatici o delle metastasi epatiche
  • Terapia degli ipertiroidismi
Aree di eccellenza
Con l'introduzione della PET con fluorocolina nello studio delle recidive delle neoplasie della prostata e nello studio delle neoplasie primitive del fegato e della PET miocardica con FDG nello studio di vitalità, ci poniamo come centro di eccellenza PET.
Inoltre ci distinguiamo per:
  • avere una specifica competenza nella PET oncologica ed infettivologica maturata attraverso un’esperienza di oltre 15 anni
  • per la completezza degli esami scintigrafici che spaziano praticamente in tutte le branche specialistiche mediche ed in particolare in campo oncologico, cardiologico, neurologico, infettivologico e pediatrico, utilizzando una grande varietà di radiofarmaci ed apparecchiatura all’avanguardia
  • per il fatto di essere inserita in una realtà ospedaliera ad alta specializzazione e, quindi, in grado di garantire una maggiore esperienza ed una maggiore competenza nell’affrontare tutte le patologie, dalle più comuni alle più complesse
  • per essere tra i pochi centri di Medicina Nucleare ad avere una diagnostica dedicata alla Cardiologia nucleare
Riconoscimenti
  • Siamo centro di eccellenza AIMN (Associazione Italiana di Medicina Nucleare) per quanto riguarda la PET in campo oncologico e nell'ambito della cardiologia nucleare (imaging multimodale, SPET per lo studio della perfusione miocardica e della innervazione miocardica simpatica, PET per lo studio della vitalità residua). In quanto tale è sede di congressi/meeting.  
  • Siamo stati insigniti del “European Board of Nuclear Medicine” da parte del UEMS/EBNM nel 2005.
  • Abbiamo ottenuto la certificazione di Qualità secondo la norma UNI EN ISO 9001:2008
Ambiti di ricerca
  • Protocollo AVID nella ricerca della Beta-amiloide in sede cerebrale con 18F-AV-45 Fluorbetapir nei pazienti con sospetto Alzheimer
  • Protocollo studio perfusione cardiaca con F18-Flurpiridaz
  • Protocollo GITIL nel Linfomi di Hodgkin con 18F-FDG
  • Protocollo della terapia palliativa delle metastasi ossee da carcinoma prostatico con Alpharadin
  • Protocollo della terapia delle metastasi epatiche con Sirtex (90Y-microsfere).
Attività didattica
Svolgiamo attività di docenza per il corso di laurea in "Tecniche di radiologia medica per immagini e radioterapia" dell'Università degli studi di Milano Bicocca
Siamo convenzionati con l'Università di Brescia per il tirocinio di specializzazione in Medicina nucleare.

Progetti di miglioramento
  • Nuovo software di gestione della Camera calda
  • Introduzione dell'indagine PET con Ga68-DOTADOC nello studio delle neoplasie neuroendocrine e di quelle a bassa attività metabolica
  • la radiosinoviortesi (trattamento locale delle alterazioni infiammatorie della membrana sinoviale caratteristiche delle artropatie infiammatorie croniche quali l’artrite reumatoide).
Indicatori

  • Prestazioni ambulatoriali per utenti esterni: 9.605 (periodo di riferimento: 2017)
  • Prestazioni per pazienti ricoverati (visite, esami, valutazioni, ecc): 1.573 (periodo di riferimento 2017)


Patologie trattate:

Ultimo aggiornamento:
23 aprile 2018 15:56
Ufficio stampa e comunicazione
ufficiostampa@asst-pg23.it