Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto


Psichiatria 1

Direttore/Responsabile: EMI BONDI

Coordinatori:
CAMILLA AGAZZI
GRAZIOSA CAPELLI

Staff / Équipe :
GRAZIA ANGRISANI   -   SIMONA BELOTTI   -   MARIA CRISTINA BERETTA   -   ANNALISA BOLDRINI   -   ALESSANDRA BRAMANTE   -   FLORIANO BRESCIANI   -   LAURA COLANGELO   -   GIOVANNI CONSIGLIO   -   MICHELA EMILIA ELIA   -   LAURA GRIGIS   -   CLARA LOCATELLI   -   YURI CHRISTIAN MANNELLA   -   FRANZISKA SOPHIE PACCANELLI   -   ANTONIO PAGLIARA   -   GRETA PETRILLI   -   LIDIA RAVELLI   -   VALERIA RESTELLI   -   LAURA SCARPONI   -   GRAZIELLA SOLANO   -   VERA STEINER   -   DAVIDE TROVENZI   -   EMANUELA ZENONI   -  

Attività
In regime di degenza, attraverso il Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura (SPDC), curiamo e assistiamo pazienti affetti da disturbi mentali in fase acuta. Il nostro obiettivo è di attuare un tempestivo intervento di osservazione clinica, assistenza, cura e riabilitazione, con l'obiettivo di formulare una corretta diagnosi e individuare una terapia efficace.
L'organizzazione dell'attività segue i più moderni principi della modularità e della suddivisione dei pazienti per intensità di cura. L'attività passa attraverso la psicofarmacologia, visite e colloqui con lo psichiatra, risocializzazione e reinserimento finalizzato al rientro al domicilio o in strutture specializzate.
 
In regime ambulatoriale, al Centro Psico Sociale (CPS), coordiniamo gli interventi di prevenzione, cura, riabilitazione e reinserimento sociale, secondo i principi della continuità terapeutica e del lavoro in équipe.
I percorsi di cura e il loro livello di intensità sono formulati in base alla valutazione diagnostica e alla rilevazione dei bisogni clinico-sociali:
  • consulenza: percorso diagnostico-terapeutico per le patologie “minori”, caratterizzato da attività di valutazione, orientamento o trattamento in collaborazione con il medico di cure primarie e altre agenzie.
  • assunzione in cura: percorso diagnostico-terapeutico per utenti affetti da disturbi psichici che necessitano di un trattamento essenzialmente specialistico per un periodo a lungo termine.
  • presa in carico: percorso indicato per utenti affetti da disturbi psichici con  bisogni complessi che necessitano di un trattamento integrato e multidisciplinare prolungato nel tempo. 
Nell’ambito di tali percorsi, svolgiamo un’attività di diagnosi, che include uno o più colloqui psichiatrici, e può comprendere, a seconda delle necessità, della complessità e gravità del disturbo, anche una valutazione psicologico-clinica, comprensiva di eventuali test psicodiagnostici, una valutazione infermieristica ed una valutazione dei bisogni socio-assistenziali e delle risorse di rete di cui il paziente dispone. Svolgiamo poi attività di cura, che consiste, nei casi meno complessi, nella costruzione di una relazione e di una valida alleanza di lavoro terapeutico, generalmente accompagnata da una terapia farmacologica. Nei casi più complessi possono essere associati:
  • colloqui psicologico-clinici 
  • interventi infermieristici in sede, a domicilio ed eventualmente in altri luoghi di vita del paziente
  • interventi socio assistenziali e riabilitativi, finalizzati a garantire al paziente l’accesso a tutte le risorse sociali che gli provengono dai suoi diritti di cittadinanza, che non devono essere limitati dallo stato di malattia.
Al Day Care offriamo un’attività semiresidenziale dedicata a pazienti affetti da patologie gravi e complesse. Per un gruppo ristretto, selezionato per l'età giovanile, abbiamo attivato il Laboratorio, centro diurno in grado di erogare trattamenti riabilitativi ad alta intensità. Attraverso l'attuazione di un Progetto Terapeutico Individualizzato mirato alla stimolazione del processo evolutivo, alla riduzione dei rischi di ricaduta e, laddove possibile, al reinserimento nei contesti di appartenenza, vogliamo favorire un miglioramento della qualità della vita e un processo di recovery.
Nella Comunità protetta le attività sono orientate alla riabilitazione.
Sia nelle strutture residenziali che in quelle semiresidenziali la nostra équipe multidisciplinare svolge attività cliniche e di riabilitazione, diversificate in base alle tipologie di pazienti, attraverso:
  • arteterapia
  • musicoterapia
  • teatro
  • danzaterapia
  • fotografia
  • cucito
  • canto
  • sport
  • gruppi culturali (cineforum, discussione, lettura)
  • gruppi risocializzanti (uscite, gite, soggiorni, stadio, ludoterapia)
  • orientamento e supporto nel percorso lavorativo protetto e non, volto al recupero delle capacità lavorative (contatti con cooperative, SIL e altri servizi coinvolti)
Gli interventi possono essere erogati all’interno delle strutture, a domicilio e sul territorio.
Per favorire il mantenimento delle abilità raggiunte collaboriamo con vari Enti e Organizzazioni del territorio (Comuni, Cooperative, Associazioni etc), sia pubbliche che private, incentivando il reperimento di posti di lavoro e soluzioni abitative.
 
Ambiti di ricerca
  • Riabilitazione, in particolare per quanto concerne i trattamenti residenziali (con un progetto innovativo finanziato da Regione Lombardia)
  • Psicofarmacologia
  • Modalità assistenziali innovative, come il case management
  • Valutazione dei fattori extraclinici che influenzano la prognosi (progetto supportato dalla Regione) nell’ambito della patologia depressiva e d’ansia
  • Trattamento precoce dei disturbi bipolari dell’umore nei pazienti in età adolescenziale, in collaborazione con la Psichiatria 2, la Neuropsichiatria infantile e il SerT dell’ASL.
  • Lavori di ricerca sui materiali dell’archivio storico dell’ex Ospedale Psichiatrico, periodicamente diffuse in mostre o pubblicazioni nell’ambito di percorsi volti a ridurre lo stigma che grava sulla malattia mentale.
Tecniche utilizzate
  • Colloqui psichiatrici
  • Somministrazioni psicofarmacologiche
  • Interventi psicoeducativi e di gruppo
  • Interventi riabilitativi
  • Interventi per migliorare la rete relazionale del paziente (famiglia, contesto di vita...)
Aree di eccellenza
Il Day Care è uno dei pochi centri diurni sul territorio nazionale che permette la frequenza degli utenti per 12 ore al giorno, compresi i sabati e i giorni festivi, consentendo un’attività semiresidenziale intensiva ed estensiva dedicata a pazienti affetti da patologie gravi e complesse. 

Indicatori

  • Posti letto: 17
  • Numero pazienti ricoverati: 306 (periodo di riferimento: 2018)
  • Giornate di degenza: 6.433 (periodo di riferimento: 2018)
  • Durata media della degenza: 21 giorni (periodo di riferimento: 2018)
  • Pazienti ricoverati in regime diurno (day hospital): 80 (periodo di riferimento: 2018)
  • Prestazioni ambulatoriali per utenti esterni: 999 (periodo di riferimento: 2017)
  • Prestazioni per pazienti ricoverati (visite, esami, valutazioni, ecc): 2.364 (periodo di riferimento 2017)
Progetti di miglioramento
  • Progetto di reinserimento nella vita sociale e di riduzione della dipendenza dai servizi per i pazienti che escono dalla strutture riabilitative residenziali
  • Riduzione dei fattori ambientali che peggiorano la prognosi o riducono l’efficienza dei percorsi di cura nei disturbi depressivi e d’ansia
  • Progetto dedicato agli affidi temporanei dei pazienti a famiglie diverse dalla propria.
  • Progetti finalizzati all’inserimento lavorativo, anche attraverso apposite convenzioni con Consorzi di cooperative del privato sociale (Aretè e Consorzio SolCo)
  • Trattamento precoce dei disturbi bipolari dell'umore nei pazienti di età adolescenziale, in collaborazione con la Neuropsichiatria infantile e il SERT dell'ASL di Bergamo
  • Progetto "Nuovi itinerari per una nuova normalità nel quotidiano”: interventi riabilitativi e risocializzanti attraverso attività lavorative e relazionali.
Collaborazioni
  • Società Italiana di Psichiatria, per quanto riguarda i pazienti migranti
  • Fondazione “Piero Varenna” onlus
  • Università di Bergamo per il progetto HTH (Human factors and technology in healthcare)
  • Partecipiamo ai Tavoli di Salute Mentale degli ambiti di Bergamo e di Dalmine
Attività didattica
Siamo sede formativa per:
  • Numerose scuole di formazione in psicoterapia riconosciute dal MIUR
  • Corso Triennale di Formazione Specifica in Medicina Generale (Eupolis Lombardia). 
  • la Scuola di specializzazione in Pscihiatria e il Corso di laurea in infermieristica dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca
  • Istituto Mamoli di Bergamo (liceo psicopedagocico)


Patologie trattate:

Ultimo aggiornamento:
30 gennaio 2019 16:24
Ufficio stampa e comunicazione
ufficiostampa@asst-pg23.it