Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto


Rispetto della dignità personale


Rispetto della dignità personale
  • protezione da qualsiasi pressione diretta o indiretta sulle convinzioni personali del cittadino ricoverato;
  • riservatezza nell’esecuzione delle prestazioni, nel pieno rispetto della dignità della persona;
  • trattamento non solo professionalmente corretto ma anche cortese da parte del personale, che è tenuto a rivolgersi al paziente interpellandolo con il suo nome e cognome, nonché con la particella prenominale “Lei”;
  • possibilità d’identificare immediatamente le persone che lo hanno in cura, in quanto obbligatoriamente dotate di cartellino di riconoscimento, con nome e qualifica;
  • condizioni ambientali umane; in particolare riguardo l'adeguamento dell'orario dei pasti, facilità nei contatti con i familiari e nella comunicazione con l’esterno; tutto questo al fine di evitare qualsiasi motivo di spersonalizzazione e isolamento dovuti al ricovero.



Ultimo aggiornamento:
27 marzo 2018 16:54
Federica Belli - Ufficio comunicazione
ufficiostampa@asst-pg23.it