Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto


Medicina interna 1

Direttore/Responsabile: FRANCESCA TENGATTINI

Coordinatori:
MARIA ANGELA ISENI

Staff / Équipe :
GABRIELLA ALARI   -   ROBERTA CALDARA   -   ANNAMARIA CAMMA'   -   DAVIDE FAUSTINO CUMETTI   -   MARIA DIELI   -   SILVIA GHIDONI   -   SILVIA MAESTRONI   -   MARIA LUCILLA MAGLIO   -   IRDI MEMAJ   -   VLADISLAV ILIEV SPASSOV   -   COSIMO ANDREA STAMERRA   -   ISABELLA TEANI   -   ANNA VALENTI   -   FEDERICO ZANARDI   -  

Attività
La mission è di curare principalmente due gruppi di persone:
  • persone con pluripatologia, nessuna delle quali nettamente prevalente, spesso anziane e fragili
  • persone di tutte le età a diagnosi ignota.  
Si inseriscono poi le seguenti attività, specifiche del nostro centro:
  • cura e di ricerca clinica nel settore delle malattie del pericardio
  • attività geriatrica e sulla fragilità, tramite l'Unità di Medicina geriatrica e della fragilità, diretta da Marina Mangia
  • collaborazione con il reparto di Cure palliative per la presa in carico precoce delle persone con malattia avanzata, sia oncologica che non oncologica (progetto SE.RE.NA.: punta a una presa in carico precoce delle persone in fase avanzata di malattia, sia tumorale sia non tumorale, con lo scopo di aiutare la persona e la sua famiglia a affrontare al meglio momenti difficili e talvolta drammatici, attivando precocemente gli strumenti più utili: Assistenza Domiciliare Integrata ADI, ospedalizzazione domiciliare, ricovero in reparto di cure palliative, supporto psicologico. L’obiettivo, raggiunto, è di superare la artificiosa distinzione fra cure “specifiche” e cure “palliative”, per arrivare al concetto di cura “globale”, che potrebbe essere semplicemente sintetizzata come cure “che servono davvero”, al malato e alla sua famiglia.)
  • cura e di ricerca clinica nel settore delle malattie reumatiche autoimmuni in gravidanza
  • gestione di malati con sarcoidosi, soprattutto extrapolmonare.
Oltre all'ambulatorio generale di medicina interna il reparto gestisce vari ambulatori dedicati:
  • ambulatorio pericarditi: dove vengono seguiti più di 1.000 persone, per lo più provenienti da fuori regione, e in qualche caso anche da altri stati Europei, di età compresa fra i 3 e gli 80 anni, in collaborazione con la Cardiologia 1.
  • ambulatorio geriatrico-oncologico (GONG) (Roberta Caldara e Maria Dieli): nell’intento di una gestione integrata e multidisciplinare del paziente oncologico anziano (con età pari o superiore ai 70 anni), tale ambulatorio mira alla gestione delle malattie internistiche (es. cardiopatie, epatopatie, etc.), spesso presenti oltre alla neoplasia. 
  • ambulatorio geriatrico (Roberta Caldara e Silvia Ghidoni): l’utilizzo sistematico della valutazione Multidimensionale  nella gestione del malato complesso multidisciplinare anziano e non, rappresenta uno strumento riconosciuto di identificazione della fragilità e un supporto alla appropriatezza del percorso diagnostico e terapeutico oltre che alla  richiesta di invalidità civile
  • ambulatorio della continuità di cura per il paziente diabetico (Maria Maglio): ha l’obiettivo di verificare e migliorare l’addestramento all’uso di insulina e di dispositivi per la misurazione di glicemia capillare in persone appena dimesse dal reparto e che possono necessitare di assistenza.
  • ambulatorio della continuità di cura per il paziente complesso (pluripatologico): ha l’obiettivo di garantire una gestione unitaria al  follow-up delle comorbidità e, se possibile, di ridurre il rischio di re-ricovero a breve
  • ambulatorio di allergologia (Annamaria Cammà)
  • ambulatorio per la cura delle donne con malattie reumatiche autoimmuni (Silvia Breda, Silvia Maestroni): in collaborazione con i colleghi della Ostetricia e Ginecologia e i colleghi della Reumatologia, seguiamo le donne con malattie quali Lupus Eritematoso Sistemico (LES), artrite reumatoide, sclerodermia, Sjogren, connettiviti, sindrome da anticorpi anti-fosfolipidi, pericarditi recidivanti, malattia di Behcet, in gravidanza o aspiranti tali. Fino al 2017 sono state valutate complessivamente 407 donne e abbiamo assistito alla nascita di 151 neonati.
  • ambulatorio per la sarcoidosi, prevalentemente extrapolmonare (Gabriella Alari), in collaborazione con i vari specialisti coinvolti, dove attulamente seguiamo circa 70 persone.
Ambiti di ricerca 
  • Malattie reumatiche autoimmuni in gravidanza: partecipiamo  attivamente a protocolli osservazionali che studiano la sindrome da anticorpi antifosfolipidi e le vasculiti in gravidanza. 
  • Lupus neonatale e blocco cardiaco congenito: un nostro lavoro del 2011 ha dimostrato che il rischio di blocco cardiaco congenito nelle donne note per essere portatrici di anticorpi anti SSA /Ro è dell’1-2%.  
  • Sclerodermia (Sclerosi sistemica) in gravidanza: abbiamo promosso il più grosso studio mondiale retrospettivo, che ha valutato gli esiti gestazionali in più di 100 donne sclerodermiche, dando finalmente dati reali su cui basare il delicato counselling di queste donne.
  • Farmaci in gravidanza: abbiamo partecipato a studi internazionali e consensus conferences che hanno condotto a protocolli internazionalmente accettati sul delicato tema dell’impiego dei farmaci in gravidanza nelle donne con malattie autoimmuni. 
Aree di eccellenza
Indicatori
  • Posti letto accreditati: 58
  • Numero pazienti ricoverati: 1.426 (periodo di riferimento: 2017)
  • Giornate di degenza: 21.327 (periodo di riferimento: 2017)
  • Durata media della degenza: 15 giorni (periodo di riferimento: 2017)
  • Prestazioni ambulatoriali per utenti esterni: 1.751 (periodo di riferimento: 2017)
  • Prestazioni per pazienti ricoverati (visite, esami, valutazioni, eccc): 879 (periodo di riferimento 2017)
Collaborazioni
  • Associazione Cure Palliative di Bergamo
  • Gruppo Italiano Lotta alle Pericarditi
  • Gruppo Italiano Lotta alla Sclerodermia
  • Gruppo LES Lombardia
  • Associazione Lombarda Malati Reumatici
  • Fira Onlus (Fondazione Italiana per la Ricerca sull’Artrite): grazie al sostegno della Società Italiana di Reumatologia, finanzia una borsa di studio per seguire il progetto Impress 2 (International Multicentric PRospective Study on PREgnancy in Systemic Sclerosis), che ha lo scopo di realizzare il primo studio prospettico controllato multicentrico osservazionale sulla gravidanza in corso di Sclerodermia
  • Eustar (“EULAR Scleroderma Trial and Research” group) per lo studio della gravidanza nelle donne con sclerodermia.
  • Università di New York (Jll Buyon e Robert Clancy) per lo studio del Lupus Neonatale e del blocco cardiaco congenito
  • Ospedale Maria Vittoria di Torino, St. Vincent Hospital di Worcester (MA - USA) e Chaim Sheba Medical Center, Tel Hashomer and Sacker Faculty of Medicine (Tel Aviv, Israel) per la cura della pericarditi
Attività didattica
Siamo convenzionati con la Scuola di specializzazione in Medicina interna della facoltà di Medicina della Università degli Studi di Milano Bicocca  e di Pavia. Siamo sede di tirocinio per il corso di Laurea in Infermieristica dell'Università degli Studi di Milano Bicocca.

Progetti di miglioramento
E’ in atto il progetto “MO.MI.C.” (il Movimento Migliora la Cura) in collaborazione con il reparto di Riabilitazione specialistica e con il corso di laurea in Fisioterapia della Università degli studi di Milano Bicocca, teso al mantenimento delle capacità e della autonomia delle persone anziani e fragili ricoverate, grazie all’intervento di una fisioterapista coadiuvata da personale volontario, dai volontari dell’AVO (Associazione Volontari Ospedalieri) e da una fisioterapista autofinanziata con fondi divisionali frutto di piccole donazioni di malati che viene in reparto anche il Sabato. Sono svolte anche attività quali lettura di brani, lettura di giornali, gioco della tombola.


Patologie trattate:

Ultimo aggiornamento:
23 luglio 2018 17:24
Ufficio stampa e comunicazione
ufficiostampa@asst-pg23.it