Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto


Unità cliniche di ricerca


Molte sono le nostre unità operative impegnate nella ricerca clinica.
Le principali per volume di attività sono oggi:
  • Oncologia: a partire dal 1998 è stata coinvolta in oltre 350 studi clinici nazionali e internazionali, di cui 177 attualmente in corso, finalizzati a valutare l’efficacia di nuovi farmaci o combinazioni innovative, terapie immunologiche, valutazioni della pratica clinica (outcome research) e obiettivi di ricerca traslazionale. Le aree maggiormente indagate sono: melanoma, tumori di mammella, apparato gastroenterico, polmone, distretti urologico e otorinolaringoiatrici
  • Ematologia: a partire dal 1998 è stata coinvolta in oltre 280 studi clinici nazionali e internazionali, di cui 153 attualmente in corso, finalizzati a proporre nuovi standard terapeutici, di fornire terapie innovative e di ampliare la conoscenze in ambito emato-oncologico. Per raggiungere tali obiettivi, la Struttura si avvale anche di laboratori altamente specializzati, impegnati nella conduzione di studi pre-clinici e traslazionali, come il laboratorio “Paolo Belli” e il Centro di Terapia Cellulare “Gilberto Lanzani”, all’interno del quale è situata la “Cell Factory”, laboratorio autorizzato dall’Agenzia del Farmaco (AIFA) per produrre cellule a fini terapeutici con i più elevati standard di qualità e sicurezza (Good Manufacturing Practice, GMP).
  • Malattie infettive: a partire dal 1998 è stata coinvolta in oltre 160 studi clinici nazionali e internazionali, di cui 38 attualmente in corso, in particolare negli ambiti: malattia da HIV/AIDS, epatite virale, nuovi farmaci antimicrobici, endocardite infettiva
  • Nefrologia: a partire dal 1998 è stata coinvolta in circa 90 studi clinici nazionali e internazionali, di cui 26 attualmente in corso, in particolare concentrando la propria attività nell’ambito di: diagnosi e terapia delle malattie glomerulari primitive, secondarie e associate a malattie sistemiche, prevenzione della progressione delle nefropatie croniche, prevenzione e terapia delle complicanze del diabete, studio dei meccanismi della tolleranza nel trapianto di organi e ottimizzazione della terapia antirigetto nel trapianto di rene, malattia renale policistica, diagnosi e terapia delle malattie rare genetiche (sindrome emolitico uremica atipica, glomerulonefrite membranoproliferativa, sindrome nefrosica steroido-resistente)
  • Cardiologia 1 e Cardiologia 2: a partire dal 1998 sono state coinvolte in circa 90 studi clinici nazionali e internazionali, di cui 75 attualmente in corso, sia su nuovi farmaci che su nuovi devices e tecniche di immagine innovative, attivando numerose collaborazioni a livello nazionale ed internazionale.



Ultimo aggiornamento:
21 marzo 2017 11:02
Federica Belli - Ufficio comunicazione
ufficiostampa@asst-pg23.it