Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto


Claudio Bernucci


Attività lavorativa 
Da novembre 2014 è Direttore  dell’Unità di Neurochirurgia dell'Ospedale Papa Giovanni XXIII. Dal febbraio 2007 all’ottobre 2014 ha ricoperto il ruolo di Direttore della struttura complessa di Neurochirurgia dell'Ospedale S. Croce e Carle di Cuneo. Dal 1995 al 2007 ha prestato servizio come Dirigente medico senior nella Clinica Neurochirurgica dell’Università Vita e Salute dell’IRCCS San Raffaele di Milano. Dal 1992 al 1995 ha lavorato come dirigente medico alla Clinica Neurochirurgica dell’Azienda Ospedaliera Ospedale San Martino di Genova.
 
Formazione e specializzazioni
Laureato in Medicina e chirurgia all’Università degli studi di Genova nel 1990 con il massimo dei voti, si è specializzato in Neurochirurgia nel 1995. Dal 1992 al 1992 ha svolto un periodo di training al Dipartimento di Neurochirurgia dell'Ospedale Slotervaart di Amsterdam. Nel 2003 e 2004 è stato Visiting Scientist nel Dipartimento di Neurochirurgia e nel Goodyear Microsurgery Laboratory, University of Cincinnati, OHIO. Nel 1998 è stato osservatore al Dipartimento di Neurochirurgia, Barrow Neurological Institute, Phoenix, Arizona. Nel 1996 ha svolto un periodo di training nel reparto di Chirurgia del Rachide diretto dal Dr. Lemaire a Digione.
 
Collaborazioni
E' membro della Società Italiana di Neurochirurgia dal 1995. E' anche membro dell’AOSpine e Faculty National per la patologia spinale traumatica e degenerativa e dell’AOCMF e Faculty National per la patologia traumatica cranio-encefalica.
 
Attività didattica e di ricerca
E' autore di venti pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali “peer-rewieved”. Ha presentato oltre 50 lavori scientifici a meeting e congressi nazionali e internazionali
 
Principale casistica trattata
La sua attività chirurgica comprende un'ampia casistica operatoria con circa 2000  interventi come primo operatore, oltre a numerosi altri interventi come tutor. Si occupa in particolare di patologia vascolare e tumorale cranica e del basicranio, applicando la chirurgia con monitoraggio e mappaggio corticale per i tumori cerebrali in aree critiche. Pratica interventi di endoscopia cranica per la patologia idrocefalica e utilizza sia l’approccio microchirurgico che quello endoscopico per i  tumori della regione sellare e del basicranio anteriore.
Nel campo della patologia spinale, esegue regolarmente interventi di fissazione del rachide a tutti i livelli (occipito-cervicale, C1-C2, dorsale e lombo-sacrale) sia per via posteriore che anteriore o antero-laterale, impiegando le strumentazioni e le tecniche chirurgiche di più recente introduzione, in particolare le metodiche mini-invasive, ivi comprese le stabilizzazioni percutanee, la cifoplastica con palloncino e la protesizzazione sia della colonna cervicale sia di quella lombare. Esegue routinariamente interventi di rimozione di tumori vertebrali, intradurali e intramidollari.


Richiedi una visita con questo professionista in libera professione

Ultimo aggiornamento:
02 luglio 2018 16:28
Federica Belli - Ufficio comunicazione
ufficiostampa@asst-pg23.it