Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto




*"Fino al 14 dicembre 2012, l'azienda ospedaliera Papa Giovanni si chiamava Ospedali Riuniti di Bergamo. Per questa ragione nel sito potreste trovare riferimenti ai Riuniti, in notizie riferite al periodo precedente".

Covid Fase 2: prestazioni ambulatoriali. Avvisi importanti

  • Tenendo conto della necessità di distanziamento sociale e di riapertura prudente delle attività, dobbiamo ridurre il numero di prestazioni quotidiane che possiamo erogare, a tutela della salute dei pazienti e dei nostri operatori. Stiamo dando priorità alle prestazioni non procrastinabili (ad esempio prestazioni urgenti, prioritarie e terapie salvavita) e stiamo attivando controlli specifici per i pazienti dimessi dopo COVID-19 che richiedono un monitoraggio specialistico.
  • Le prestazioni che dal mese di marzo sono state annullate, se ancora necessarie, devono essere riprenotate dal singolo paziente. Se il quadro clinico nel frattempo è mutato e richiede una valutazione in tempi diversi da quelli previsti dalla prescrizione originale, è richiesta una nuova prescrizione con la nuova priorità clinica.
  • Al momento, considerato il quadro epidemiologico, non è possibile programmare visite ed esami con grande anticipo, perché queste potrebbero subire nuovamente riprogrammazioni o annullamenti.
  • Non è possibile al momento prenotare i tamponi richiesti dai medici di famiglia. Nei prossimi giorni verranno definite le modalità per accedere a queste prestazioni.
  • Dove possibile, proporremo prestazioni "a distanza" (telemedicina), come quelle di Procreazione medicalmente assistita
  • L'ingresso in ospedale è consentito solo al paziente che deve eseguire la visita o l'esame. E' ammesso solo un genitore per i minori e un accompagnatore per le persone con fragilità
  • Si raccomanda il rigoroso rispetto delle norme anticontagio definite dalla normativa vigente, che consentono di uscire di casa solo se la temperatura corporea rilevata è inferiore a 37,5°.
  • Si ricorda che l'accesso al Centro prelievi e al Cup Centrale dell'Ospedale di Bergamo è a numero chiuso.


Data di pubblicazione:
12 maggio 2020 17:14
Federica Belli - Ufficio comunicazione
comunicazione@asst-pg23.it